Archivisti cercasi

Archivisti cercasi per un tirocinio retribuito presso Regione Toscana.

Le figure ricercate sono 2 e le sedi di svolgimento del tirocinio saranno, rispettivamente, gli uffici delle ex amministrazioni provinciali di Siena e Massa Carrara.

Durata: 6 mesi.

A questo link Avviso, requisiti e info.

Annunci

Né mobilio, né stoviglie né materazzi, senza indumenti né calzature.

La serie Commissione provinciale danni di guerra dell’Archivio storico provinciale di Massa-Carrara

Non possedere più “mobilio, stoviglie e materazzi”, avere 6 figli “senza indumenti né calzature”, tornare dalla prigionia e ritrovarsi in “miserrime condizioni”, esser costretti a presentare un Certificato di povertà perché la propria miseria sia ufficialmente riconosciuta e il sussidio concesso.

In molti hanno già dimenticato cosa vuol dire guerra e cosa vuol dire libertà. Sarà che per noi archivisti e storici 73 anni sono come uno svolazzo sulla carta, rispetto alle centinaia e migliaia di anni che i documenti, di qualunque forma siano, testimoniano.

L’Archivio storico della Provincia di Massa-Carrara oggi ci ricorda chi siamo stati.

La serie della Commissione per la precedenza nella liquidazione dei danni di guerra, da troppo tempo abbandonata, oggi riscoperta grazie al lavoro di recupero dell’archivio provinciale condotto dall’archivista Marina Carbone e da un progetto Archiweb finanziato dalla Regione Toscana, raccoglie migliaia di domande di cittadini apuani che nel 1946, 1947 e 1948 hanno chiesto aiuto per  ottenere un risarcimento per i danni di guerra.

Le loro storie, simili e diverse, raccontano di prigionia, di rastrellamenti, di malattie e disoccupazione, di dispersi e di caduti in guerra ma soprattutto di miseria.

Nata nel febbraio del 1946 su provvedimento della Prefettura (n. 814 del 4-2-1946), la Commissione suddetta ebbe sede presso l’Amministrazione provinciale. Riporta la Relazione sull’attività della Deputazione provinciale edita nel 1951[1]: “ne presero parte le Associazioni combattentistiche, le Associazioni dei mutilati, dei Partigiani, della Camera confederale del lavoro, dei Liberi Sindacati, della Curia Vescovile e della Deputazione provinciale”. Sempre la relazione precisa che fu una legge statale del 1940 ad istituire il risarcimento per i danni di guerra. Ma nel 1946 le domande presentate all’Intendenza di Finanza [oggi Agenzia delle Entrate, ndr] erano oltre 40 mila su una popolazione che sorpassava di poco le 200 mila unità. Il disagio e la sofferenza erano tali che la popolazione, priva del necessario per vestirsi e dormire, arrivò ad assalire gli Uffici preposti dell’Intendenza di Finanza. La Commissione così istituita cercò di esaminare e accelerare le pratiche dal 1946 fino al 1948, quando cessava la propria attività perché “risolti i compiti demandatile”.

I documenti nuovamente portati alla luce dell’Archivio storico provinciale, tra non molto consultabili dagli utenti, sono oggi ricchi di informazioni storiche, sociali e familiari, utili a ricostruire ulteriormente la storia del territorio apuano e delle singole famiglie e storie personali in un momento così critico mai troppo lontano per essere dimenticato.

[1] Provincia di Massa-Carrara, Relazione sull’attività della Deputazione Provinciale nel sessennio Maggio 1945-Maggio 1951, Massa, Medici, [1951]

Commissione 8

Commissione 9Commissione 7

Commissione 5-1

Commissione 5-2Commissione 1-1Commissione 10Commissione 6Commissione 8

Il cittadino digitale – Riflessioni su un cambiamento

Si segnala l’interessantissimo convegno
Il cittadino digitale – Riflessioni su un cambiamento
che si svolgerà a Sarzana, venerdì 27 aprile 2018 nella Sala consiliare del Comune di Sarzana, in P.zza Matteotti, 1, alle ore 14.30 – 18.30

Il convegno è dedicato ai cambiamenti e agli effetti della digitalizzazione nella quotidianità di cittadini e addetti ai lavori.
Un’occasione di approfondimento e di riflessione sull’impatto del digitale nella società odierna dove i tradizionali modelli di interazione stanno inevitabilmente e irreversibilmente cambiando.

L’impatto del digitale sulla vita dei privati cittadini sta sempre più radicalmente cambiando i consolidati modelli di interazione sociale.
L’era digitale ha aperto le porte ad un concetto diverso di definizione di esistenza sociale a partire dal trattamento, dalla gestione e dalla comunicazione dei dati digitali che disegnano profili di utenti in base ai loro comportamenti in una dimensione spazio-temporale sempre più liquida.
Nello stesso tempo l’innovazione digitale apre le porte a processi differenziati per l’erogazione di servizi e per la definizione di diritti a cui inevitabilmente si legano problematiche che investono la vita privata dei cittadini nel momento in cui si parla di trattamento, gestione e comunicazione dei loro dati (identità digitale, eredità digitale, diritto all’oblio, privacy). L’obiettivo di questo primo incontro è di riflettere sull’identità digitale in particolare nel rapporto tra cittadino privato e i servizi a lui rivolti dalla Pubblica Amministrazione, ponendo l’accento sulla verifica univoca dell’identità del cittadino soprattutto nei processi di sedimentazione documentale.
In quest’ottica assume rilevanza la responsabilità della gestione documentale da parte della Pubblica Amministrazione, ma anche del privato cittadino.

Il convegno è aperto ad esperti di settore e alla cittadinanza.
Dietro richiesta verrà rilasciato attestato di partecipazione.
Per informazioni scrivere a anai.liguria@gmail.com

Sul sito dell’Anai il programma del Convengo

Raccontami un paesaggio. Geografia, cartografia e geologia per conoscere il territorio.

In occasione della Geofesta che si terrà a Carrara dal 22 al 25 Marzo 2018, l’Archivio di Stato di Massa organizza un convegno dedicato a geografia, cartografia, geologia e tutti gli interessanti annessi e connessi: risorse digitali, GIS e Virtual Landscaping, storia e suggestioni del territorio della provincia di Massa-Carrara.

Giovedì 22 marzo 2018 – Ore 15.30


Archivio di Stato, Via Sforza, 3, Massa

L’orgoglio di essere mecenati!

Non indugiare. Vota subito per il progetto di manutenzione straordinaria della Sala del campionario dei Marmi dell’Accademia di Belle Arti di Carrara nel concorso Art Bonus su  Concorso Art Bonus .

E aderisci al Circolo dei Mecenati per sostenere la cultura dell’arte, degli archivi, delle biblioteche, della nostra storia: Circolo dei Mecenati

 

 

 

 

Tirocini retribuiti negli archivi toscani

Nell’ambito di un progetto che dovrà occuparsi del trasferimento degli archivi provinciali alla Giunta regionale, in relazione al passaggio di funzioni alla Regione (ex legge Del Rio), l’archivio della Giunta Regionale ha promosso un tirocinio semestrale per neo-archivisti.

I tirocini, ricompensati con un forfait di 800,00 euro mensili, si svolgeranno nelle 10 sedi provinciali, proprio perché gli archivisti dovranno analizzare la documentazione prodotta dalle Amministrazioni provinciali del territorio toscano.

Sono stati banditi adesso i primi 4 per le province di Pisa, Firenze, Grosseto e Arezzo.

Ad anno nuovo saranno banditi gli altri 6.

Il bando è reperibile sul sito http://giovanisi.it/le-opportunita-per-tirocini/

Importante sapere che:

  1. non bisogna aver svolto altri tirocini con la Regione – questo è previsto dalla legge nazionale e recepito dalla legge regionale (si configura come una norma di salvaguardia per evitare lo sfruttamento dei giovani in luogo di assunzioni)
  2. non ci sono limiti di età
  3. non è necessaria la residenza, si chiede che i vincitori si domicilino in Toscana.

La vetrina dei segreti …

Scatti d’archivio, il progetto dedicato al riordino e alla descrizione dell’archivio fotografico ex APT Massa-Carrara è diventata una “vetrina dei segreti” sull’affascinante e ricco portale Archivi in Toscana, curato dalla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana.

Leggi l’articolo ed esplora quanti altri segreti e percorsi gli archivi toscani possano svelarti

La vetrina dei segreti: Scatti d’archivio.